Proponiamo qui le domande e risposte della rubrica L’Esperto Risponde pubblicate su GravidanzaOnLine e della rubrica Domande del Paziente pubblicate su MioDottore a cura del Dott.Zurzolo. Scorri per scoprire di più!

Buongiorno dottore, le scrivo per sapere cosa significa avere la sinfisi bassa. Cosa potrebbe comportare in fase di travaglio? La ringrazio in anticipo per la risposta

Dottor Luca Zurzolo

Gentile signora, la cosidetta “sinfisi bassa” è riferita alla posizione della sinfisi pubica, ovvero quel segmento cartilagineo che unisce le ossa delle anche anteriormente, è una descrizione più empirica che clinica, spesso viene valutata al momento del parto in previsione del passaggio della testa fetale che potrebbe essere leggermente più lento rispetto ai tempi standard. Nella realtà non ci sono evidenza scientifiche ne della esistenza della “sinfisi bassa” ne del fatto che questa particolare condizione anatomica possa condizionare l’esito del parto. Stia serena ed in bocca al lupo per la gravidanza. dott. Luca Zurzolo

Salve dottore, sono alla 12esima settimana della mia terza gravidanza. Cinque anni fa ho effettuato una conizzazione per Cin 3 tramite leep, da allora pap test e colposcopie negative. Questa è la prima gravidanza dopo l’intervento. Sono terrorizzata da una possibile incontinenza cervicale post intervento. Per ora ho solo un peso al basso ventre. Secondo voi un controllo ogni 4 settimane con cervicometria dovrebbe essere sufficiente in caso si dovesse fare un cerchiaggio? Quanto rischio? Sono molto in ansia grazie infinite.

Dottor Luca Zurzolo

Gentile signora, benchè sia importante valutare l’entità della conizzazione che le è stata effettuata, tranne in alcuni casi limite non ci sono correlazioni evidenti tra LEEP per cin3 ed incompetenza cervico istmica con aumento del rischio del parto pretermine. Sicuramente è prudente osservare uno stile di vita tendenzialmente rillassato e non troppo frenetico durante questa gravidanza (per quanto gli altri due bimbi lo permettano), il cerchiaggio non è indicato nel suo caso in quanto non ha mai avuto parto pretermine ed il monitoraggio cervicometrico idem, andrebbe effettuato dopo la 21 settimana, ovviamente farlo ognivolta che effettua un controllo ostetrico non comporterebbe nessuna controindicazione e più che altro le darebbe la tranquillità psicologica che nulla sta andando male. Stia serena e si goda la gravidanza. Cordiali Saluti dott. Luca Zurzolo

Buonasera dottore, sono al settimo mese di gravidanza e ho la sciatica, molto dolorosa. Ho provato con la tachipirina come mi e stato detto dal mio medico di base e dal reparto di ginecologia dove vado a fare le ecografie, ma mi passava e poi ritornava. Stasera mio marito mi ha preso il gel arnica: volevo sapere se va bene e se non crea problemi alla bambina. Grazie mille.

Dottor Luca Zurzolo

Gentile signora, può applicare il gel senza problemi, l’assorbimento cutaneo di tali prodotti è minimo e non crea problemi ne a lei ne alla bimba. Valuti l’opportunità di effettuare una consulenza con un ortopedico per valutare la causa della sciatalgia ed attuare eventualmente le terapie necessarie. Cordiali Saluti dott. Luca Zurzolo

Salve dottore, il mio ginecologo sostiene che il nipt vada effettuato alla 13esima settimana perché alcune patologie cromosomiche possono presentarsi tardivamente. In merito però non ho trovato nulla. Che ne pensa? Io vorrei farlo, a partire da 11+1 invece che a 12+4 quando previsto da lui.

Dottor Luca Zurzolo

Gentile signora, i test NIPT analizzano il dna fetale circolante su sangue materno, tali informazioni genetiche sono presenti fin dal concepimento ed il tempo che si attende per effettuare il prelievo è legato alla necessità di rendere presente nel circolo sanguigno materno una quantità di DNA fetale sufficiente (c.d. frazione fetale) il tempo necessario affinchè questo avvenga è standardizzato in 10 settimane, pertanto a partire dalla 10 settimana di gestazione può già effettuare il NIPT. Cordiali saluti dott. Luca Zurzolo

Buongiorno dottore, vorrei un chiarimento. Mi trovo quasi alla 29esima settimana du gravidanza e da qualche giorno mi capita che, quando cammino per fare un giretto (nulla di pesante o faticoso) mi vengano tutte le unghie delle mani viola/blu: vorrei capire se è una cosa normale o meno. La ringrazio

Dottor Luca Zurzolo

Gentile signora, questo fenomeno che lei descrive è legato ad un deficit del microcircolo, è un fenomeno frequente in gravidanza specie nel periodo freddo. In ogni caso è opportuno segnalarlo al suo ginecologo che valuterà l’opportunità di approfondire con degli esami in base alla entità del fenomeno. Cordiali Saluti dott. Luca Zurzolo

Buonasera, mi chiamo Valeria e ho 35 anni. Sono alla mia terza, davvero inattesa, gravidanza. Ho espulso la spirale Mirena senza rendermene conto e sono rimasta subito incinta (ultimo ciclo 28/09). Ho scoperto il tutto tramite una semplice visita di controllo fatta il 31/10. Ho fatto le beta HCG il 02/11 con risultato di circa 1800, ripetute il 04/11 con risultato circa 3900. Oggi ho quindi effettuato una eco TV di controllo dove è apparsa camera gestazionale di 9×8 mm ed embrione vivo di 3,5 mm con battito. La camera risulta leggermente irregolare. Mi è stato prescritto del Progeffik 200 mg e tra una settimana devo ripetere l\’ecografia. Non ho perdite ematiche, né dolori. La mia paura è che con la camera in questo modo, la gravidanza possa arrestarsi: rischio un aborto? La ringrazio anticipatamente per la sua risposta.

Dottor Luca Zurzolo

Gentile signora, auguri per la nuova seppur inaspettata gravidanza, al momento lei descrive una situazione assolutamente iniziale in cui è praticamente impossibile effettuare pronostici, la terapia di supporto prescritta è sicuramente adeguata, aggiunga del sano riposo e vediamo come evolve la situazione nelle prossime settimane. In bocca al lupo dott. Luca Zurzolo

Buonasera, volevo sapere se posso fare il vaccino antifluenzale. Premetto che sono alla 27esima settimana e non l’ho mai fatto prima: vorrei avere dei consigli sulla fattibilità, per capire se possa creare qualche problema al bambino. Grazie.

Dottor Luca Zurzolo

Gentile signora, dal mese di ottobre 2019 le linee guida ministeriali raccomandano l’esecuzione del vaccino antinfluenzale alle donne tra la 28 e la 32 settimana di gravidanza, pertanto può serenamente procedere ad effettuarlo recandosi previo appuntamento nel centro vaccinale della sua ASL di competanza. Cordiali Saluti dott. Luca Zurzolo

Salve, ho bisogno di aiuto. In modo preventivo, prima della donazione di ovociti per Mhtfr C677t in omozigosi, ho preso il Benexol. L’ho continuato fino al terzo mese di gravidanza. Solo ora ho letto che è controindicato in gravidanza per dosi eccessive. Potrei aver causato danni al feto? Dice che può portare all’autismo.

Dottor Luca Zurzolo

Gentile signora, il BENEXOL è effettivamente controindicato in gravidanza, non lo assuma più e metta a conoscenza il suo ginecologo della assunzione prolungata che ne ha fatto. Cordiali Saluti dott. Luca Zurzolo

Salve, Vorrei avere delle informazioni. Sono molto preoccupata. Mi ritrovo al 7^ mese di gravidanza. Ad oggi ho sempre ripetuto gli esami di routine, specialmente il citomegalovirus. Sin dall’inizio della gravidanza ho riportato quasi sempre i seguenti valori: IGG 2,45 o a volte anche 2,66 con riferimento al fatto che questo valore è sempre rimasto in zona grigia. (Come valori di riferimento del laboratorio della zona grigia risulta 1.51-2.80). Le IGM invece sono sempre risultate tutte le volte negative.. variando da 0,01 a 0,02 come valore. Mi sorge il dubbio quando ritirando le ultime analisi, mi ritrovo con le IGG a 3,11 passate quindi da zona grigia a positive! mentre le IGM a 0,19 (sempre negative). Premetto che non so se ho mai contratto in passato questo virus ma sono parecchio preoccupata. Cosa significa questo passaggio da zona grigia a positivo delle IGG? Che rischi corriamo io ed il mio bambino? Attendo urgente risposta. Grazie

Dottor Luca Zurzolo

Salve dai valori che mi riporta si tratta di una infezione pregressa poichè le IgM non si sono mai positivizzate, pertanto può stare serena per il prosieguo della gravidanza. Cordiali Saluti dott. Luca Zurzolo

Buongiorno, Le scrivo sperando vivamente di poter ricevere una risposta. Ho da lunedì scorso un episodio di herpes genitale e ho mille domande a riguardo ma la mia ginecologa non mi da la possibilità di avere un incontro con lei. Lunedì scorso ho avuto i primi sintomi di bruciore, la mia ginecologa mi ha prescritto ovuli e lavande pensando fosse micosi. Venerdì impazzivo dai dolori e sono andata in ps dove di fronte a vesciche enormi mi hanno detto chiaramente che era herpes e da allora sto prendendo Valaciclovir orale e Aciclovir come pomata. A 4 giorni da quando ho cominciato non ho il minimo miglioramento.
– quando comincerò a stare un pochino meglio? I bruciori sono pazzeschi e minzionare mi è impossibile.. lo faccio seduta nella vasca con l’acqua ma comunque piango dal bruciore
– il mio partner è ormai lo stesso da 5 anni come è possibile che io l’abbia contratto solo ora?
– è bene che faccia una terapia anche lui? Non ha sintomi
– per il futuro, quando l’infezione sarà passata, dovremo usare per forza il profilattico o rischio che mi esca di nuovo l’herpes?
– quali sono gli accorgimenti da tenere a livello sessuale in futuro? (Tenendo appunto conto che il mio partner è sempre lo stesso)
– quanto sono frequenti le recidive e come posso fare per prevenirle? Se penso di provare ancora un dolore simile mi sento male…
Grazie mille spero davvero possa rispondermi,
Erika

Dottor Luca Zurzolo

Gentile Erika, la terapia che sta seguendo è corretta, deve purtroppo avere la pazienza di attendere che faccia effetto, generalmente questi episodi si autolimitano in una settimana massimo dieci giorni, l’herpes come tutti i virus può essere contratto in olti modi ovviamente e non solo per via sessuale. Una volta che si contrae il virus resta latente nell’organizmo e può manifestarsi ciclicamente con episodi più o meno frequenti. Una corretta alimentazione un corretto stile di vita ed un siostema immunitario forte contribuiscono a rendere scarse e brevi le recidive. Cordiali saluti dott. Luca Zurzolo e.

Buongiorno, vorrei un consiglio. Mi trovo alla 6 settimana di gravidanza, ho fatto l’ecografia e risulta la camera gestazionale completamente vuota. Le mie beta fatte a 5+4 erano di 17894. Ho tutti i sintomi di una gravidanza e tantissimo dolore al seno. Come è possibile? Come si dovrebbe procedere? È possibile che magari si formi dopo il sacco vitrllino ed embrione? O magari sono troppo piccoli per vedersi? E’ un anno e mezzo che cerco una gravidanza.. Grazie

 

Dottor Luca Zurzolo

Gentile signora, da quanto descritto potrebbe trattarsi di una gravidanza anembrionica, più comunemente detta “uovo chiaro” , se entro sette giorni non dovesse visualizzarsi almeno il sacco vitellino si dovrà procedere in caso di assenza di perdite ematiche abbondanti ad un revisione cavitaria strumentale. Le cause di tale fenomeno possono essere varie ma se isolato non è importante determinarle, purtroppo non tutte le gravidanze in natura sono destinate a proseguire. In bocca al lupo sperando che possa “comparire” l’embrioncino dott. Luca Zurzolo .

LGBTQ+ FRIENDLY

Made with love by P&R | Pubbli&Rolando